Specus Alchemicus

fucina di conoscenza tradizionale (τα πάντα νούς)

Edouard Schuré

Lo scrittore e drammaturgo alsaziano Edouard Schuré (1841-1929) intrattenne con l’indologo ed erudito italiano Angelo de Gubernatis (1840-1913) una ricca corrispondenza, che si protrasse per una quarantina di anni e che ammonta – per le lettere a firma di Schuré, che son poi le uniche conservate – a oltre 150 lettere. Schuré si intrattiene con l’amico italiano circa il suo rapporto d’amore con Margherita Albana Mignaty, i suoi impegni letterari, i suoi viaggi, infine la sua conoscenza con Rudolf Steiner. Qui di seguito riportiamo le parti essenziali delle sei lettere in cui si fa diretto riferimento alla figura e all’opera del fondatore della Scienza dello Spirito. Di particolare interesse per la letteratura antroposofica riteniamo sia la lettera datata 7 settembre 1909, nella quale Schuré “recensisce” per l’amico italiano la rappresentazione dei Figli di Lucifero, il cui testo, tradotto in tedesco da Marie von Sivers, era stato posto in versi da Steiner. Sarà nei giorni successivi alla rappresentazione del dramma che Steiner terrà il ciclo di conferenze L’Oriente alla luce dell’Occidente. I figli di Lucifero e i fratelli di Cristo (23-31 agosto 1909).

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

I footnotes