I quattro temperamenti – IV parte

IL TEMPERAMENTO SANGUINICO

Il temperamento sanguinico è connesso con il sistema nervoso che, in chi ha questo temperamento predominante, è assai sensibile a tutto ciò che lo attraversa. Proprio per questo i sanguinici vengono spesso considerati soggetti “nervoso”. L’elemento dominante di questo temperamento è l’aria. Nonostante il termine faccia pensare al sangue, esso è sta a indicare il fatto che il sangue, come l’aria, è in costante movimento. I soggetti con questo temperamento, infatti, si muovono velocemente e nervosamente, come uccelli o farfalle.

Dal punto di vista fisico, sono soggetti dotati di corporeità assai proporzionate, magre, con carnagione e occhi chiari, spessissimo molto belle esteticamente, con visi a forma di cuore o ovali. Il loro sguardo è sempre vivace e si sposta in continuazione da un oggetto all’altro, e le loro guance sono rosse e un po’ paffute. Hanno una parlantina molto sciolta e a volte possono sembrare un po’ impertinenti. Nell’andatura, il sanguinico sembra volare anche quando cammina, e quindi tende a poggiare per terra solo la parte anteriore del piede. Non deve quindi sorprendere che tra i modelli si ritrovino molti sanguinici. Il naso del sanguinico è detto “da musicista” (e infatti non è un caso che molti grandi musicisti furono sanguinici), con le narici molto aperte, per far entrare più aria. Si trovano però anche tipi sanguinici col naso più piccolo e con la punta rivolta all’insù (il cosiddetto “naso alla francese”), che esprime la superficialità che talvolta può caratterizzare questo temperamento. Notiamo anche come i canoni di bellezza oggi più in voga si ispirino assai al tipo sanguinico.

Nel complesso, le persone sanguiniche sono molto affascinanti e riescono sempre a diventare l’anima di una festa. Amano molto seguire la moda e fare shopping, possiedono buon gusto e – soprattutto le donne – amano acquistare gioielli e accessori. Sono anche amanti di tutti i tipi di novità, ma (e questo è il lato meno piacevole del temperamento) se ne stancano subito. Il sanguinico, infatti, passa continuamente da un interesse all’altro, da un’impressione all’altra, e non riesce a restare concentrato su o ad approfondire uno stesso argomento molto a lungo. Questo è il motivo per cui tendono a essere persone superficiali. Spesso iniziano qualcosa (un hobby, un corso di studi, ecc.), ma poi dopo un po’ lo abbandonano, dimostrando quindi di mancare anche di volontà. Sono persone molto intelligenti e intuitive, grazie soprattutto alla loro grande mobilità interiore e al fatto di avere i sensi sempre all’erta, ma nonostante questo a scuola rischiano di andare male, proprio perché non riescono a concentrarsi nello studio e spesso hanno scarsa memoria. Sono impazienti, poco puntuali e non amano fare lavori per i quali sia richiesto di seguire una certa procedura o istruzioni. A volte può capitare che, dopo aver parlato a lungo con un sanguinico, questi non abbia in realtà ascoltato niente di quello che gli è stato detto. Tuttavia, si aspettano che gli altri siano modelli di affidabilità e resistenza.

Amano prendere la vita così come viene e non sono propensi a fare piani per il futuro, e proprio per questo a volte sono soggetti a dure lezioni dalla vita. Per fortuna sono persone dotate di grande adattabilità, flessibilità, ottimismo e capacità di perdonare e quindi, con l’età, possono acquisire molta saggezza.

Una caratteristica del sanguinico è quella di essere facilmente influenzato dall’ambiente circostante e dalle compagnie che frequentano. Spesso, infatti, assumono le qualità e le caratteristiche delle persone intorno a loro (coniugi, amici o famigliari), questo soprattutto per via della loro grande adattabilità e capacità d’imitazione. In pratica è come se avessero bisogno di un eroe da ammirare e su cui modellarsi. Spesso, però, finiscono con lo scoprire che questi loro eroi hanno i piedi d’argilla, e questa è dunque per loro un’altra esperienza di vita.

Il sanguinico è persona dotata di buon cuore, che si preoccupa per il benessere di tutti e ama donare. Pur perdonando facilmente i torti subiti, può sentirsi facilmente ferito, a causa della grande sensibilità. Se poi l’offesa subita è davvero grave, si rivelerà vendicativo e spietato.

Un disturbo al quale possono andare soggetti i sanguinici è l’ipertiroidismo, che porta a una accelerazione dei ritmi fisiologici e anche quelli di vita: chi ha questo problema, oltre a vivere con pulsazioni e respiro accelerate, è altrettanto veloce nello svolgere i propri compiti, per passare velocemente da un’occupazione a un’altra. Mangia. Chi non è ha cognizioni mediche giudicherà semplicemente queste persone come “nervose”. Il rischi di questa patologia è addirittura la follia. Per Rudolf Steiner questo è anche il pericolo maggiore per chi ha un temperamento sanguinico.

Riguardo all’alimentazione, il sanguinico dovrebbe prima di tutto evitare i dolci, poiché la carenza di zucchero stimola il fegato a svolgere le sue funzioni a partire dalle proprie forze. Questo può quindi stimolare la volontà nel sanguinico. Poi, dovrebbe introdurre cibi amari, i quali hanno anch’essi un’azione stimolante sul fegato. Per radicarsi maggiormente sulla terra, il sanguinico potrà scegliere il latte e i suoi derivati. Tra i cereali, quello più adatto al sanguinico è il miglio che, grazie al silicio, sostiene l’attività sensoriale. Si potranno poi aggiungere altri cereali che rafforzano in senso centrale come grano, segale e orzo. Fra le erbe aromatiche, il sanguinico potrà preferire il prezzemolo, la maggiorana, il timo e il rosmarino.

La nostra epoca è fortemente sanguinica, proprio perché tutto avviene velocemente e c’è una costante rincorsa alla novità, che però viene rapidamente consumata. Anche le notizie hanno vita breve e vengono subito sostituite da altre. Di conseguenza ci troviamo nella situazione in cui nulla viene più approfondito, nessuna notizia, nessun fatto, nessuna idea, e questo sta causando danni, perché spesso decisioni importanti vengono prese sulla base di analisi superficiali e approssimative.

Galleria fotografici di tipi sanguinici

Wolfgang Amadeus Mozart Nicolò Paganini Leonardo da Vinci
Shirly MacLaine Ginger Rogers Fred Astaire

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.