Tag: temperamenti Pagina 1 di 2

I quattro temperamenti – IV parte

IL TEMPERAMENTO SANGUINICO

Il temperamento sanguinico è connesso con il sistema nervoso che, in chi ha questo temperamento predominante, è assai sensibile a tutto ciò che lo attraversa. Proprio per questo i sanguinici vengono spesso considerati soggetti “nervoso”. L’elemento dominante di questo temperamento è l’aria. Nonostante il termine faccia pensare al sangue, esso è sta a indicare il fatto che il sangue, come l’aria, è in costante movimento. I soggetti con questo temperamento, infatti, si muovono velocemente e nervosamente, come uccelli o farfalle.

I quattro temperamenti – III parte

IL TEMPERAMENTO FLEMMATICO

Nel flemmatico prevale l’attività del corpo eterico e l’elemento acqua. Gli antichi, infatti, sentivano in tutti i fluidi la forza formatrice del vivente. Un seme può trasformarsi in pianta solo quando entra in azione l’acqua. Il corpo eterico si esprime fisicamente nel sistema ghiandolare-linfatico e animicamente nella placidità, l’equilibrio interiore. Quando in un individuo del genere regna l’ordine interiore delle forze formative, con un eccesso di forze di “benessere”, l’individuo ingrassa poiché esse si accumulano nel corpo.

I quattro temperamenti – II parte

IL TEMPERAMENTO MELANCOLICO

Giacomo Leopardi

Giacomo Leopardi

Nel malinconico predomina il corpo fisico, quindi l’elemento terra. Il malinconico sente fortemente il suo corpo fisico, la sua durezza, e se ne sente limitato. Non riesce a compenetrarlo completamente con la sua anima e con la sua individualità e quindi non lo può dominare. È come se per lui il corpo fosse un peso da portare e questo genera in lui una forte sofferenza interiore. In pratica il corpo fisico oppone resistenza al benessere interiore del corpo eterico, alla mobilità del corpo astrale e alla ferma sicurezza dell’io. Il malinconico, quindi, è molto preso dal suo mondo interiore e dai suoi pensieri, ed è per questo che i suoi occhi sembrano spenti: perché essi sono rivolti all’interno e non sono molto interessati a guardare il mondo esteriore. Questo loro ripiegamento verso l’interno a volte si può esprimere fisicamente anche nella curvatura delle spalle, come nel caso di Leopardi, che infatti era gobba. È molto interessante notare che, a causa di questa maggiore “durezza”, quando l’arcangelo di popolo compartecipa alla creazione dei temperamenti del suo popolo, esclude proprio il malinconico.

Pagina 1 di 2

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi